News

news falsi consulenti
Attenzione ai falsi consulenti

Il nostro Back Office sta ricevendo diverse segnalazioni di Clienti che ricevono telefonate da falsi consulenti, che si spacciano per incaricati Fintel. Nella telefonata si chiede di fissare un appuntamento per la sottoscrizione di nuove condizioni economiche che dovrebbero garantire un risparmio sulle tariffe attualmente applicate.

Per questo vogliamo ricordare ai nostri clienti che:

Fintel Gas e Luce segue una precisa etica commerciale, rinnovando le offerte economiche solo tramite comunicazione scritta, con nota in fattura, o attraverso il consulente Fintel con il quale si è aderito alla proposta contrattuale.

Nessun fornitore, oltre al proprio, può conoscere quali tariffe vengono applicate ad una determinata utenza senza consultare una bolletta Gas e Luce. Pertanto, le promesse di risparmio fatte al telefono sono un mezzo per convincere il consumatore a concedere un appuntamento, nel corso del quale viene fatto sottoscrivere un contratto con un nuovo fornitore senza la piena consapevolezza del Cliente finale.

Vi invitiamo quindi a non dare consenso telefonico o apporre firme, senza aver prima letto le condizioni contrattuali ed economiche.

Per qualsiasi richiesta di informazioni o dubbio circa l’identità di un nostro collaboratore, non esitate a contattarci.

Numero Verde

Fatturazione agevolata sisma
Fatturazione agevolata a seguito degli eventi sismici nel Centro Italia

Per effetto della Delibera n. 252/17, pubblicata a seguito degli eventi sismici verificatisi il 24 Agosto 2016, il 26/30 Ottobre 2016 e il 18 Gennaio 2017, saranno previsti aiuti mediante fatturazione agevolata per tutti i Clienti con almeno un sito fornitura in uno dei Comuni indicati agli allegati al Decreto 189/2016.

Fintel Gas e Luce, al fine di riconoscere suddette agevolazioni ai propri Clienti, ha scelto di sospendere l’emissione delle bollette inerenti al periodo di competenza aprile 2017 per poter completare l’adeguamento dei propri sistemi di fatturazione secondo quanto previsto dalla delibera sovra citata.

La fatturazione riprenderà a Giugno, con l’emissione di una fattura bimestrale contenente i consumi di Aprile e Maggio in cui saranno contabilizzate le agevolazioni previste.

IN COSA CONSISTE L’AGEVOLAZIONE?

L’agevolazione riguarda le componenti espresse in fattura nelle sezioni Spesa per il trasporto e gestione del contatore e Spesa per Oneri di Sistema, le stesse saranno azzerate per quanto riguarda la bolletta energia elettrica e ridotte di circa l’80% per quanto riguarda la bolletta di gas naturale.

COME POSSO RICHIEDERE L’AGEVOLAZIONE?

L’agevolazione viene applicata in modo automatico a tutti i Clienti che hanno almeno un sito fornitura nei Comuni indicati negli allegati al Decreto 189/2016 ad eccezione dei Clienti dei Comuni di:

  • Ascoli Piceno
  • Fabriano
  • Macerata
  • Rieti
  • Teramo
  • Spoleto

per i quali l’agevolazione sarà applicata solo previa presentazione di istanza di inagibilità accompagnata da perizia asseverata di un tecnico.*

QUANTO DURERÀ LA FATTURAZIONE AGEVOLATA?

L’agevolazione avrà una durata di 36 mesi a partire dalla data di inserimento del Comune negli allegati al Decreto 189/2016

QUANDO RICEVERÒ LA RETTIFICA  DEGLI IMPORTI PREVISTI DALLA DELIBERA, PER LE BOLLETTE EMESSE DALLA DATA DEL SISMA FINO AL 30/04/2017?

Nel rispetto di quanto previsto dalla Del. 252/2017, entro il 31/12/2017 emetterà un’unica fattura di conguaglio, distinta per servizio energia elettrica e gas naturale, nella quale verranno contabilizzate le agevolazioni previste provvedendo a dare comunicazione riguardo la nuova posizione contabile del Cliente con tutte le indicazioni relative a modalità di pagamento, eventuale rateizzazione o rimborso.

* Hai un punto di fornitura presso una struttura inagibile in uno tra i comuni di Ascoli Piceno, Fabriano, Macerata, Rieti, Teramo e Spoleto?

Al fine di richiedere le agevolazioni tariffarie, che da Del. 252/2017 sono classificate come non automatiche, dovrai fornire documentazione che segue:

  1. Copia dell’atto di certificazione dell’Autorità competente sullo stato di inagibilità dell’unità immobiliare;
  2. Dichiarazione della data dell’evento sismico che ha reso inagibile l’unità immobiliare;
  3. Autocertificazione che alla data dell’evento sismico l’unita immobiliare resa inagibile era la casa di residenza;
  4. Nei casi di clienti trasferiti in un’unità immobiliare sita in altro Comune (fuori cratere) a causa dell’inagibilità della propria casa di residenza sarebbe opportuno fornire anche una copia del contratto di affitto;
  5. Documento di identità;
  6. Contratto di fornitura di energia elettrica e/o gas naturale.
CONSULTA GLI ALLEGATI

Consulta la lista dei Comuni indicati nel Decreto 189/2016
Modello per la compilazione della Dichiarazione di inagibilità
Modello per la compilazione della Dichiarazione di residenza
Leggi le modificazioni apportate in Gazzetta Ufficiale

Hai delle domande da farci? Chiedi a Fintel!

Numero Verde

Fintel gas e luce new
Anno nuovo, veste nuova

I più accorti l’avranno notato, abbiamo cambiato il logo e il nome ha subìto una variazione: nasce così Fintel gas e luce.

Dal 1° gennaio 2017, infatti, la vendita di energia elettrica e gas naturale avverrà attraverso la nuova ragione sociale Fintel gas e luce S.r.l., società neocostituita e controllata al 100% dalla Fintel Energia Group S.p.A.

Cosa cambia per i clienti?

In buona sostanza nulla: tutte le condizioni contrattuali restano invariate, così come i servizi di customer care e i contatti sia email che indirizzi fisici (potete consultare la sezione contatti del presente sito per ulteriori informazioni).

Cosa cambia nella forma?

Le modifiche più evidenti riguardano questioni di forma, ecco l’elenco di cosa ha assunto un nuovo aspetto:

Il nome e il logo

Abbiamo sempre venduto energia elettrica, ma anche gas. Sviluppando un ramo completamente dedicato alla vendita, abbiamo ritenuto opportuno rendere più evidente che ci occupiamo di entrambi i servizi. Allo stesso modo vogliamo che risulti chiara la linea di continuità dell’azienda nel rapporto con i clienti rimarcando, e quindi lasciando inalterato il logo e parte del nome, l’appartenenza a Fintel. Ecco quindi la nascita di Fintel gas e luce.

Il sito

Pur rimanendo raggiungibile da www.fintelenergia.it, ufficialmente il nuovo indirizzo è www.fintelgaseluce.it

I social

In questo caso abbiamo riadattato la nostra presenza nei social network per coerenza verso il servizio e chiarezza nei confronti dei clienti. Di seguito l’elenco dei nuovi contatti:

I nostri clienti troveranno ulteriori informazioni in merito alla suddetta variazione nelle bollette di prossima emissione.

Canone RAI 2017
Richiesta esenzione Canone Rai – Anno 2017

I contribuenti che non possiedono un televisore, entro il 31 gennaio 2017 devono presentare richiesta di esenzione dal Canone RAI in bolletta. Il consiglio dell’Agenzia delle Entrate è di anticipare i tempi per evitare l’addebito di una rata in gennaio. Consiglia quindi di presentare la dichiarazione di non detenzione entro fine dicembre, in modo da essere sicuri che a fine gennaio non arrivi un addebito, determinato da una comunicazione non ancora recepita, evitando così di dover presentare richiesta di rimborso.
La dichiarazione di non detenzione dell’apparecchio televisivo vale un anno, quindi devono ripresentarlo anche coloro che hanno già effettuato l’analogo adempimento nel 2016. Il consiglio del fisco è di presentare la dichiarazione che evita il pagamento del Canone RAI entro fine dicembre in forma telematica; oppure entro il 20 dicembre nel caso in cui si scelga la modalità cartacea.

Dove trovare il modulo

Il modulo è scaricabile dal sito dell’Agenzia delle Entrate nella sezione dedicata a Modelli e istruzioni – Canone TV e da quello della RAI dedicato alle informazioni sul Canone.

È inoltre possibile rivolgersi al numero verde predisposto dalla Rai, 800 938 362 (TV ad uso privato) o prendere un appuntamento telefonico tramite il sito www.prontolarai.it

Leggi il provvedimento

Meeting Nazionale Rete Vendita 2016

Il 30 settembre scorso si è svolto l’annuale Meeting Nazionale della Rete Commerciale di Fintel Energia, al quale hanno preso parte gli agenti di vendita impegnati nella promozione dei servizi dell’azienda su tutto il territorio italiano.

La location dell’evento, il Ristorante Resort “Le Case” di Macerata, ha fatto da cornice a questa giornata di incontro, inaugurata dal saluto dell’Amministratore Delegato di Fintel Energia Group Spa, Sig. Tiziano Giovannetti, il quale, dopo un primo benvenuto ai partecipanti, ha proseguito il suo intervento ringraziando tutti i presenti per il loro lavoro costante e professionale, attività che ogni giorno consente all’Azienda di “entrare nelle case” dei sempre più numerosi clienti Fintel in tutto il territorio nazionale.

Dopo aver illustrato i risultati ottenuti nel corso dell’anno 2016 e, fissati gli obiettivi in scadenza al 31 dicembre, si è continuato con un momento dedicato al team building, nel quale l’intera rete vendita ha potuto approfondire la conoscenza reciproca e le rispettive caratteristiche, al fine di stringere rapporti di collaborazione ancor più positivi, fondamentali per ottenere i migliori risultati di squadra.

I lavori si sono conclusi con i saluti del Direttore Generale, Sig.ra Dunia Romoli, e il rinnovato appuntamento per il Meeting Nazionale 2017.

Il resto della giornata è stato dedicato ai festeggiamenti per i traguardi ottenuti, condividendo un importante momento conviviale.

fintel news summer
Canone Rai: Modalità di reclamo e rimborso

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato con provvedimento del 02 agosto 2016 le modalità di presentazione dell’istanza di rimborso del canone di abbonamento alla televisione per uso privato, pagato a seguito di addebito nelle fatture emesse dalle imprese elettriche ma non dovuto, e approvazione del relativo modello. Articolo 6 del decreto del Ministro dello Sviluppo Economico, di concerto con il Ministro dell’Economia e delle Finanze, 13 maggio 2016, n. 94, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale SG n. 129 del 4 giugno 2016. Di seguito tutti i recapiti utili per informazioni e/o reclami.

Leggi il provvedimento

CANONE TV

Per le problematiche riguardanti il Canone Rai consultare il sito www.canone.rai.it e/o il sito dell’Agenzia delle Entrate nella sezione dedicata Canone Tv – Informazioni generali

È inoltre possibile rivolgersi al numero verde predisposto dalla Rai, 800938362 (TV ad uso privato) o prendere un appuntamento telefonico tramite il sito www.prontolarai.it

Aria Condizionata
Aria Condizionata: I trucchi per risparmiare energia e soldi

Ogni anno sono sempre più coloro che sopraffatti dal gran caldo, corrono all’acquisto di un condizionatore o al suo utilizzo eccessivo; L’aria condizionata può essere utile per fronteggiare le alte temperature, ma bisogna ricordare che si tratta di una soluzione poco sostenibile sia dal punto di vista energetico che economico. Si può ovviare con alcuni accorgimenti tali da ottimizzare costi e consumi.

Non acquistare un condizionatore troppo grande

Spesso si tende a pensare che un condizionatore più grande raffreddi le case più rapidamente e che sia anche più efficiente. In realtà,le dimesioni di un condizionatore devono essere proporzionate all’ambiente in cui viene installato. Un apparecchio sovradimensionato rispetto alla stanza che deve raffreddare non riesce a determinare una temperatura uniforme né a ridurre l’umidità dell’aria: al contrario, funziona in modo inefficiente, alternando in modo troppo rapido le fasi di accensione e di spegnimento. Allo stesso modo, anche un condizionatore sottodimensionato ha un pessimo rendimento. Il consiglio, quindi, è di acquistare sempre elettrodomestici in linea con le proprie necessità, senza essere approssimativi e senza voler strafare.

Non posizionare il condizionatore in una zona calda della casa

Non è conveniente posizionare il condizionatore nell’area più calda della casa o in un punto esposto alla luce diretta. Tale collocazione determina infatti un consumo di energia di molto superiore al necessario: il condizionatore lavorerà di più per compensare il calore della zona in cui è stato installato, se molto più calda del resto dell’abitazione; è quindi più saggio installare il condizionatore in un’area ombreggiata, possibilmente orientata a nord o nord-est.

Non collocare il termostato vicino a fonti di calore

Per non sprecare energia, fate in modo che il termostato del vostro condizionatore sia lontano da fonti di calore, quali lampade ed elettrodomestici  che potrebbero falsare la misurazione della temperatura della stanza, facendo lavorare inutilmente l’apparecchio.

Non nascondere il condizionatore

Il condizionatore non è un complemento di arredo elegante o di particolare valore estetico, si sa. Tuttavia  però, che si nasconderlo dietro a tende o piante non è la soluzione migliore per far sì che faccia il suo lavoro al meglio : in questo modo, infatti, si privilegiano forse le apparenze ma si finisce per ostacolare la ventilazione ed intasare lo scarico, determinando un funzionamento poco efficiente e dispendioso dell’apparecchio.

Effettuare la manutenzione

Come tutti gli apparecchi elettrici di costante utilizzo, il condizionatore deve essere costantemente soggetto a pulizia e manutenzione: un po’ di attenzione, infatti, non solo migliora il rendimento del prodotto, ma ne allunga la vita. Per questo, i filtri dovrebbero essere controllati e puliti a cadenza bimestrale e, nel caso siano in cattive condizioni, sostituiti. Una volta ogni anno, poi, andrebbero controllati la serpentina di elaborazione eil canale di scarico. E non dimenticate di verificare che gli infissi di casa siano in buone condizioni e non disperdano – a seconda della stagione – aria fresca o calore.

Non tenere la temperatura dell’aria condizionata troppo bassa

Un autentico mistero della nostra epoca è il seguente: se in inverno si ha bisogno di impostare il riscaldamento di casa oltre i 23-24 gradi, altrimenti “si sente freddo”, perché d’estate – quando si va in giro molto più scoperti – il condizionatore deve essere impostato al di sotto dei 20 gradi? Tenere la temperatura dell’aria condizionata molto bassa non è una scelta sostenibile e non fa bene al nostro organismo. In genere, infatti, la temperatura all’interno delle nostre case dovrebbe essere al massimo di 5 gradi inferiore a quella esterna:  uno sbalzo superiore potrebbe risultare dannoso. D’estate, quindi, sarebbe saggio impostare il condizionatore tra i 25 e i 27 gradi, ed evitare così fastidiosi raffreddori estivi.

Non lasciare il condizionatore acceso tutto il giorno

Piuttosto che tenere in funzione il condizionatore per tutto il giorno, anche nelle ore in cui siete assenti,meglio imparare a programmare accensione e spegnimento, in modo che l’elettrodomestico parta poco prima del vostro rientro a casa e si spenga poco dopo che siete usciti o che siete andati a dormire. Programmare è la scelta più intelligente per un buon uso del condizionatore.

Alternare l’utilizzo con la tecnica delle correnti d’aria

Utilizzate la tecnica delle correnti d’aria per risparmiare energia nelle ore non troppo calde. Createle tra una stanza e l’altra attraverso l’apertura di una porta e una finestra: avrete una casa fresca in modo naturale senza sovraccaricare l’impianto di raffreddamento!

Se utilizzerete questi semplici accorgimenti non solo i consumi saranno più leggeri, ma anche le vostre bollette, soprattutto se avete scelto Fintel Energia come vostro fornitore: pulito, attento, sostenibile.

Fintel, l’energia a misura d’uomo.

 

Formazione Roma 2016

Si è svolto venerdì 15 luglio a Roma, il nuovo corso di formazione dedicato agli Agenti e Collaboratori che si occupano di diffondere su tutto il territorio nazionale i servizi energia, gas ed efficienza energetica proposti  dal gruppo Fintel.

La giornata ha coinvolto soprattutto le Agenzie del centro sud che si sono radunate a Roma per condividere insieme momenti di formazione tecnica, legati agli aggiornamenti sulle nuove riforme e sulle nuove tariffe del mercato energetico e del gas naturale previste dall’AEEGSI.

Nel corso della mattinata si è spaziato dalle novità riguardanti la sperimentazione tariffaria D1 per chi scalda casa con pompe di calore, arrivando alla nuova Bolletta 2.0 che da gennaio è ormai in vigore tra tutti gli operatori del mercato libero e di quello tutelato, passando per l’addebito del Canone Rai in bolletta a partire dalla fatturazione di competenza Luglio 2016.

Le risorse impegnate per formare la rete vendita sono rivolte con particolare attenzione al cliente finale, al fine di garantirgli sempre la miglior consulenza, personale preparato e massima efficienza.

Dopo un breve momento conviviale, durante il quale si sono consolidati anche rapporti interpersonali, di grande aiuto nella costruzione di un team solido e coeso, si sono riprese le attività lasciando spazio al dialogo e al confronto personale con riferimento allo svolgimento dell’attività lavorativa individuale, dove l’esperienza diretta di ognuno, ha contribuito a fornire nuovi spunti e nuove considerazioni utili per incrementare positivamente il lavoro dell’intera rete e di tutto lo staff commerciale.

Il prossimo appuntamento è a settembre, con il Meeting Nazionale di Fintel Energia Group Spa.

Regole di determinazione del Canone Rai in bolletta
Regole di determinazione del Canone Rai in bolletta e casistiche

L’Agenzia delle Entrate ha emesso la circolare numero 29 del 21 giugno, relativa al pagamento del Canone Rai, sulle forniture di luce residenziali allacciate nel 2016, valide anche per subentri e volture, spiegando quanto bisognerà pagare a seconda del mese di attivazione dell’utenza elettrica nel 2016.

Chi ha un’utenza già attiva il primo gennaio verserà – come previsto – 10 rate di canone Rai per un esborso totale di 100 euro. Chi invece attiva l’utenza nei mesi successivi verserà delle rate mensili via via più alte, sempre superiori ai 10 euro, per effetto di una nuova tassa di concessione governativa fissa di 4,13 euro.

Per nuova utenza, si intende quella che nasce da una voltura, da un subentro; oppure la nuova utenza in senso classico mai allacciata alla corrente.

REGOLE DI DETERMINAZIONE E CASISTICHE

CASO 1. Per chi ha un’utenza residenziale già attiva il primo gennaio 2016 e ancora attiva il primo luglio 2017. Questa persona pagherà 70 euro nella bolletta di luglio mentre le due ultime bollette dell’anno conterranno gli ultimi 30 euro da versare. Si arriverà così ai 100 euro complessivi dell’abbonamento tv.

CASO 2. Per chi ha attivato una nuova utenza residenziale dopo il primo gennaio ed entro il 30 settembre 2016.

Queste le somme che bisogna pagare a seconda del mese di attivazione.

  • attivazione a gennaio: 10 rate da 10 euro (per un totale di 100 euro)
  • attivazione a febbraio: 9 rate da 10,42 euro (per un totale di 93,80 euro)
  • attivazione a marzo: 8 rate da 10,71 euro (per un totale di 85,65 euro)
  • attivazione ad aprile: 7 rate da 11,07 euro (per un totale di 77,50 euro)
  • attivazione a maggio: 6 rate da 11,56 euro (per un totale di 69,35 euro)
  • attivazione a giugno: 5 rate da 12,24 euro (per un totale di 61,19 euro)
  • attivazione a luglio: 4 rate da 13,26 euro (per un totale di 53,04 euro)
  • attivazione ad agosto: 3 rate da 14,96 euro (per un totale di 44,89 euro)
  • attivazione a settembre: 2 rate da 18,37 (per un totale di 36,73 euro)
  • attivazione ad ottobre: una rata da 28,59 euro (da pagare nel 2017 in un’unica soluzione)
  • attivazione a novembre: una rata da 20,44 euro (da pagare nel 2017 in un’unica soluzione)
  • attivazione a dicembre: una rata da 12,28 euro (da pagare nel 2017 in un’unica soluzione)

CASO 3. Per chi ha attivato un’utenza residenziale a partire dal primo ottobre 2016. Si applica il canone a partire dalla rata del mese di attivazione (28,59 euro da pagare nel 2017 in un’unica soluzione)

CASO 4. Per chi ha una utenza residenziale attiva dal primo gennaio 2016, disattivata prima del primo luglio. Non si addebita il canone. Le rate mancanti sono segnalate all’Agenzia delle Entrate.

CASO 5. Per chi ha una utenza residenziale dal 1/1/2016 (disattivata prima dell’1/07/2016) e una nuova fornitura residenziale (attivata dopo il 1/07/2016 ed entro il 30/09/2016). Paga l’intero canone Rai del 2016 sulla nuova fornitura residente. Il pagamento nelle rate emesse entro il 30/10/2016.

CASO 6. Per chi ha una utenza residenziale attiva dal 1/1/2016 (disattivata prima dell’1/07/2016) e una nuova fornitura residenziale (attivata dopo il 30/09/2016). Paga il canone partendo dalla rata del mese di attivazione. Il pagamento avviene nel primo mese del 2017. Le rate mancanti sono segnalate all’Agenzia delle Entrate.

CASO 7. Per chi ha una utenza residenziale attiva dal 1/1/2016 (disattivata dopo l’1/07/2016) e una nuova utenza residenziale (attivata entro il 30/09/2016). Si applica il canone per l’intero anno 2016: sulla fornitura attiva il 01/07/2016 si applicano le rate di canone maturate dal mese di attivazione e poi le rate successive fino al mese di disattivazione. Sulla nuova fornitura si applicano le rate mancanti nel primo mese disponibile, poi si prosegue con le normali rate.

CASO 8. Per chi ha con una utenza residenziale attiva dall’1/1/2016 (disattivata dopo l’1/07/2016) e una nuova fornitura residenziale (attivata dopo il 30/09/2016). Si applica il canone per l’intero anno 2016. Sulla fornitura attiva il 01/07/2016 si applicano le rate di canone maturate dal mese di attivazione e poi le rate successive fino al mese di disattivazione. Sulla nuova fornitura, se ancora attiva a gennaio 2017, si applicano i ratei mancanti. Se a gennaio 2017 non c’è nessuna fornitura residente attiva, le rate mancanti sono segnalate all’Agenzia delle Entrate.

CASO 9. Per chi ha un’utenza residenziale attiva al 1/1/2016, e il 15/6/2016 cambia da residente a non residente. Il canone non è addebitato in quanto al 1/7/2016 la fornitura non è residente. La posizione è segnalata all’Agenzia delle Entrate.

Per maggiori informazioni: www.agenziaentrate.gov.it

Bolletta 2.0
Benvenuta Bolletta 2.0!
Hai ricevuto la nuova Bolletta 2.0?

A partire dal 1 maggio 2016, in attuazione della Del. 501/2014 dell’AEEGSI, tutti i clienti Fintel Energia riceveranno la Bolletta 2.0, realizzata con un formato di fatturazione più semplice e chiaro.

Con la nuova grafica saranno ancora più visibili tutte le voci principali che compongono una bolletta di energia e/o gas. Troverai infatti nella prima pagina:

  • i totali per la spesa energia;
  • per il trasporto e la gestione del contatore;
  • la spesa per gli oneri di sistema;
  • il totale delle imposte e dell’Iva.

Per aiutarti nella comprensione della nuova Bolletta 2.0 abbiamo creato per te una pratica guida alla consultazione disponibile nella sezione Bolletta 2.0 del nostro sito internet www.fintelenergia.it.

Vuoi continuare a ricevere tutti gli elementi di dettaglio?

Nessun problema, tutti i dettagli delle voci di spesa e le informazioni analitiche sulle voci fatturate saranno sempre a tua disposizione nel Portale Clienti del sito internet raggiungibile dal link http://clienti.fintelenergia.it

Basterà registrarsi con i propri dati anagrafici e con quelli della fornitura che troverai in bolletta, ed in pochi semplici passi avrai accesso alla consultazione delle bollette nella modalità “classica” a cui sei abituato. Potrai stamparle in ogni momento e avere sempre aggiornata la situazione dei pagamenti.

Il nostro ufficio clienti è sempre a tua disposizione, contattaci al Numero Verde 800 979 215 o invia una mail a servizioclienti@fintel.bz  per richiedere informazioni!

 

  • 1
  • 2